Imposte Anticipate e Differite

Strumenti per il passaggio dalla fiscalità corrente alla fiscalità di competenza

La competenza in materia d’imposte

Vedremo la determinazione del risultato d’esercizio e dell’imponibile fiscale; valuteremo le differenze tra principi di bilancio e fiscali; parleremo d’imposte da liquidare o liquidate e di debiti tributari, d’imposte differite passive e di fondo d’imposte oltre che d’imposte anticipate attive e attività per imposte.

 

Obiettivi

  • Fornire gli strumenti normativi necessari per la rappresentazione e valutazione nel bilancio dei debiti tributari e dei fondi per imposte, alla luce della Riforma del Diritto Societario, del Principio Contabile n. 25 e dello IAS 12, che richiedono l’appostazione in bilancio d’imposte anticipate e differite
  • Analizzare, attraverso esemplificazioni, le situazioni più ricorrenti, gli strumenti e gli schemi funzionali alla corretta impostazione ed esecuzione del conteggio d’imposte anticipate e differite
  • Offrire cornice teorica di riferimento in merito al quadro normativo di riferimento

 

A chi è rivolto

Responsabili uffici amministrativi, responsabili uffici fiscali, addetti uffici fiscali e amministrativi. Tutti coloro che sono coinvolti o che intervengono nella redazione del bilancio d’esercizio.

 

Argomenti trattati

Differenze tra risultato civilistico e imponibile fiscale

Entreremo nel dettaglio delle differenze definitive, tassabili e deducibili, delle differenze temporanee, tassabili e deducibili, delle diverse tipologie di differenze definitive e delle diverse tipologie di differenze temporanee e l’impatto sul conteggio. Infine vedremo la casistica nell’attuale TUIR e ai fini IRAP.

La determinazione delle imposte anticipate e differite

Parleremo del metodo dell’allocazione globale, della mappatura delle differenze temporanee e della gestione dei rientri nonché dell’aliquota da applicare. Infine parleremo della rilevanza di perdite fiscali, di utili non distribuiti da controllate o collegate e di operazioni sul patrimonio netto.

La rappresentazione in bilancio

Partendo dalla classificazione di bilancio analizzeremo le voci di bilancio da utilizzare, la rappresentazione dei valori nello stato patrimoniale, nel conto economico e nella nota integrativa. Infine discuteremo del problema della ricuperabilità del credito per imposte anticipate.

La documentazione di supporto

Esamineremo la documentazione per i conteggi, per le riconciliazioni d’esercizio, per le riconciliazioni tra i diversi esercizi. Inoltre vedremo i prospetti di conteggio e affronteremo i problemi applicativi dei principi e di computo delle imposte.

 

Il Programma del Corso “Imposte Anticipate e Differite”

Il quadro normativo di riferimento

  • Codice Civile e principi contabili nazionali
  • I principi contabili internazionali: le principali differenze

La competenza in materia d’imposte

  • Determinazione del risultato d’esercizio
  • Determinazione dell’imponibile fiscale
  • Differenze tra principi di bilancio e fiscali
  • Imposte da liquidare o liquidate e debiti tributari
  • Imposte differite passive e fondo imposte
  • Imposte anticipate attive e attività per imposte

Le differenze tra il risultato civilistico e l’imponibile fiscale

  • Le differenze definitive, tassabili e deducibili
  • Le differenze temporanee, tassabili e deducibili
  • Le diverse tipologie di differenze definitive
  • Le diverse tipologie di differenze temporanee e l’impatto sul conteggio
  • La casistica nell’attuale TUIR e ai fini IRAP: analisi commentata

La determinazione delle imposte anticipate e differite

  • Il metodo dell’allocazione globale
  • La mappatura delle differenze temporanee e la gestione dei rientri
  • L’aliquota d’imposta da applicare
  • La rilevanza di:
    • perdite fiscali
    • utili non distribuiti da controllate o collegate
    • operazioni sul patrimonio netto

La rappresentazione in bilancio

  • La classificazione di bilancio
  • Le voci di bilancio da utilizzare
  • Rappresentazione dei valori nello stato patrimoniale
  • Rappresentazione dei valori nel conto economico
  • Rappresentazione nella nota integrativa
  • Il problema della ricuperabilità del credito per imposte anticipate

La documentazione di supporto

  • Documentazione per i conteggi
  • Documentazione per le riconciliazioni d’esercizio
  • Documentazione per le riconciliazioni tra i diversi esercizi
  • Prospetti di conteggio
  • Problemi applicativi dei principi e di computo delle imposte
  • Principi nazionali e internazionali a confronto: principali differenze; analisi comparata

La trasformazione delle imposte anticipate in crediti recuperabili

Edizioni Corso ID 1198

SEDE GIORNO
Milano 04/05/2016
Milano 03/10/2016
Milano 23/11/2016
Milano 18/01/2017
Milano 15/05/2017
Milano 09/10/2017
Milano 29/11/2017


Contattaci se hai bisogno di Informazioni

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

ID del Corso (richiesto)

Azienda

Il Tuo Numero Telefonico (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D.Lgs. 30/06/2003 n°196

Iscrivimi alla newsletter

 

Informazioni sul Corso
  • Id del Corso:1198
  • Costo:€ 600 (+IVA)
  • Documentazione:Pdf Corso
  • Giorni:1
  • Timings:dalle 9.30 alle 17.30

Corsi Correlati

La competenza in materia d’imposte

Vedremo la determinazione del risultato d’esercizio e dell’imponibile fiscale; valuteremo le differenze tra principi di bilancio e fiscali; parleremo d’imposte da liquidare o liquidate e di debiti tributari, d’imposte differite passive e di fondo d’imposte oltre che d’imposte anticipate attive e attività per imposte.

Differenze tra risultato civilistico e imponibile fiscale

Entreremo nel dettaglio delle differenze definitive, tassabili e deducibili, delle differenze temporanee, tassabili e deducibili, delle diverse tipologie di differenze definitive e delle diverse tipologie di differenze temporanee e l’impatto sul conteggio. Infine vedremo la casistica nell’attuale TUIR ai fini IRAP.

La determinazione delle imposte anticipate e differite

Parleremo del metodo dell’allocazione globale, della mappatura delle differenze temporanee e della gestione dei rientri nonché dell’aliquota da applicare. Infine parleremo della rilevanza di perdite fiscali, di utili non distribuiti da controllate o collegate e di operazioni sul patrimonio netto.

La rappresentazione in bilancio

Partendo dalla classificazione di bilancio analizzeremo le voci di bilancio da utilizzare, la rappresentazione dei valori nello stato patrimoniale, nel conto economico e nella nota integrativa. Infine discuteremo del problema della ricuperabilità del credito per imposte anticipate.

La documentazione di supporto

Esamineremo la documentazione per i conteggi, per le riconciliazioni d’esercizio, per le riconciliazioni tra i diversi esercizi. Inoltre vedremo i prospetti di conteggio e affronteremo i problemi applicativi dei principi e di computo delle imposte.

Informazioni sul Corso